Chili in Gravidanza

Il tema dei chili in gravidanza è sempre attuale, poiché ogni donna vorrebbe sapere quale sia il peso ideale da raggiungere durante i nove mesi. Ovviamente non c’è un numero fisso di chili da prender durante la gravidanza, anche perché ogni donna è diversa, può dipendere dal tipo di fisico, dallo stato psicofisico, dal tenore di vita, dalla stagione, e così via. Una cosa però è certa: in gravidanza è meglio non prendere troppi chili perché un eccessivo aumento di peso rende tutto più difficile.

I ginecologi raccomandano con insistenza di non mangiare molto e di non aumentare troppo di peso perché i chili in eccesso sono poco salutari sia per la mamma sia per il feto. Inoltre con una buona dose di buon senso ciascuna potrà immaginare che non sia proprio agevole muoversi con un pancione (che già pesa di per sé) e una ulteriore dose di chili… E poi, bisogna anche pensare al dopo! Se si prendono pochi chili in gravidanza, sarà più facile tornare in forma dopo il parto, cosa che comunque richiede parecchi mesi.

E allora, di quanti chili si può aumentare in gravidanza? In genere si parla di 9-12 chili al massimo e di solito, per chi affronta la gravidanza senza abbuffarsi, questo è l’aumento della maggior parte delle donne. Bisogna tenere conto che nel primo trimestre l’aumento di peso è abbastanza irrilevante, per farsi poi significativo nel secondo trimestre, mentre nel terzo trimestre i chili non salgono più di molto.

I chili che si prendono in gravidanza sono dati solo in parte dal bambino, ciò che pesa sono anche i liquidi, i tessuti, l’utero, la placenta, il seno e un po’ di grasso che si localizza soprattutto sui fianchi, sui glutei e sulla pancia. Dopo il parto la pancia tornerà pian piano alla normalità e generalmente restano pochi chili localizzati sulla pancia, sui fianchi e sui glutei, che si perderanno gradualmente durante l’allattamento e praticando un po’ di esercizio fisico (soprattutto camminando).

Durante la gravidanza bisogna cercare di restare sempre in movimento, anche nelle ultimissime settimane, perché è importante mantenere una certa agilità e flessibilità fisica che tornerà molto utile durante il parto e nei giorni successivi, ma anche per poter vivere con serenità la fase finale della gestazione. Per questo motivo, cioè per poter agevolare i movimenti e il senso di benessere, è importante moderarsi a tavola e limitare l’aumento dei chili ad un massimo di 9-12.